Spedizioni e-commerce e scelta del corriere.

Nel processo dell’esperienza d’acquisto gli aspetti che riguardano la spedizione e la consegna del prodotto, risultano essere un fattore determinante per procedere alla conclusione dell'ordine e per la valutazione positiva del tuo negozio on-line da parte degli e-shopper.

Recenti statistiche, commissionate e pubblicate dal Consorzio Netcomm, individuano come prioritari per il grado di soddisfazione dei clienti ecommerce i costi contenuti del servizio di consegne e la velocità, con una sempre più sensibile valutazione positiva alla qualità del packaging, se eco-sostenibile.

Questi dati ci aiutano a orientarci meglio nelle scelte relative all’ambito logistico, che non rappresenta solo un carattere marginale ed accessorio dell’acquisto, ma un aspetto strategico per il successo del tuo business on-line. I criteri con cui decidiamo di gestire le spedizioni della merce, la scelta del corriere, l’attenzione al packaging, la politica che adotteremo per i resi avranno conseguenze importanti sulla soddisfazione e fidelizzazione dei potenziali clienti, per i quali la consegna è il cuore materiale di un’esperienza d’acquisto positiva.

Forti di questa consapevolezza, passiamo alle migliori strategie da adottare per far sì che i tuoi prodotti, il tuo brand e la tua attività di vendita on-line sia assettata in modo che una gestione ottimale dell’aspetto logistico delle spedizioni sia il valore aggiunto per i tuoi consumers e un potente strumento di marketing per il tuo business.


• La scelta del corriere.

Assettare i costi di spedizione, banalmente dipende dai prezzi e dagli accordi che si vengono ad instaurare con il corriere. 
Dato l’aumento delle vendite on-line gli stessi spedizionieri hanno aumentato le performance di spedizioni proponendo servizi sempre più rapidi e a costi concorrenziali. 
La scelta del partner è quindi dirimente per attuare una logistica di consegna che sia un punto di forza per la tua attività.

Nell’analisi preliminare occorre tener presente le nazioni a cui si intende spedire la merce, per poter valutare quali spedizionieri fanno al caso nostro, nulla impedisce che si possano scegliere più di un corriere per supplire alle esigenze di spedizione a livello locale e italiano, oppure Europeo od Extraeuropeo. 
Nel caso la nostra merce abbia particolari necessità di garanzie, in quanto fragile e/o deteriorabile etc., è bene sapere che esistono corrieri specializzati che forniscono servizi eccellenti per far fronte a particolari esigenze.

Di seguito la lista dei principali corrieri per ecommerce:
BRT ex Bartolini, SDA, GLS, DHL, FedeX, UPS, TNT, Nexive, Fercam.

Una volta preventivati i costi del corriere prescelto ci addentriamo nelle strategie e nelle politiche di vendita, perciò procediamo a porci alcune delle domande che si affacciano alla maggior parte dei vendors:

“Qual è la strategia vincente per le tariffe di spedizione del mio negozio on-line?”


“Non far pagare la spedizione è la mossa migliore per il mio business e per soddisfare i clienti?”

Nel far fronte alle risposte passiamo al prossimo punto.

• la spedizione come strumento di marketing

Come introdotto, gli aspetti e le analisi messi in luce dalle statistiche citate possono essere delle linea guida fondamentali per procedere agli assets dei costi di spedizione, che può essere o non essere a carico del cliente finale in diverse modalità.

Quale sia la politica opportuna dipende da molte variabili, in linea di massima, l’audience della clientela on-line non è disposto per la maggioranza a tariffe di spedizione troppo elevate e gran parte dei carrelli abbandonati è tale in forza di questa ragione: vedere una cifra troppo aumentata della spedizione alla conclusione dell’ordine è causa di abbandono. 
Sotto questo profilo è ottima prassi indicare chiaramente sul sito ed, eventualmente, sulla scheda prodotto e carrello i costi di spedizione, in modo che l’acquirente non si trovi sorprese in fase di conclusione dell’ordine. Una informazione corretta sui costi di spedizione è indice di serietà e correttezza, caratteri che il consumer richiede in fase di acquisto.

In merito alla modalità gratuita di spedizione, certamente trova un approccio favorevole da parte dell’acquirente, tuttavia occorre valutare che a fronte di oggetti delicati, fragili, di lusso l’utenza può anche essere disposta e favorevole a spedizioni con tariffe non gratuite, comprensive di assicurazioni e quant’altro, per non vedersi recapitare la merce in condizioni pessime per risparmiare sulla spedizione.

La modalità free delivery può anche essere limitata a certe categorie di prodotti del catalogo, a certe zone di spedizione o vincolata al raggiungimento di un numero di prodotti o di un prezzo, o sul primo acquisto oppure in determinati periodo come il Black Friday, Cyber Monday e, più in generale, come offerta per eventi come Natale, san Valentino, etc.
In questo senso possiamo facilmente gestire la spedizione nel suo carattere di offerta e perciò di vantaggio dal punto di vista del consumer.

Un’altra modalità ampiamente utilizzata è la tariffa unica o fissa. Questo metodo permette di associare a una categoria di prodotti, o in base al peso, al prezzo, o al pacco, o ai tipi di imballaggio, una tariffa fissa spesso calcolata sul valore medio delle spedizioni. Questa tipologia snellisce e semplifica il costo di spedizione non rendendolo troppo eccessivo né troppo low cost per il consumer, pur mantenendo un congruo margine di rientro per il vendors.

Madcommerce offre gli strumenti opportuni per impostare le spese di spedizione in modo personalizzato, in base alle necessità della propria categoria merceologica e le esigenze di marketing che ritieni decive ed efficaci per la tua utenza e la tua attività. 

Attraverso semplici operazioni tramite backend puoi gestire livelli di tariffe differenti in base ai paesi di spedizione, alle categorie di clienti, al peso, agli importi. La gestione del pacco, attraverso una interfaccia intuitiva, automatizza le tariffe impostate senza bisogno di ulteriori azioni.